Feed RSS

Il mio Ninestrone (con briciole di Pollicina)

Inserito il

concorso vinci calendario

In un giorno di novembre che avrebbe potuto (e forse dovuto) essere diverso, una fata dai capelli rossi mi ha regalato la favola di Pollicina. Il giorno di novembre è oggi.

Pollicina è rinchiusa in un libro...

Pollicina è rinchiusa in un libro che ha i colori di una di quelle gomme da cancellare di quando ero bambina io. Roba che oggi sarebbe vintage, per capirci. In copertina una bimba bruna (Pollicina, suppongo) in sella a una rondine che non fa primavera, né estate, né autunno, né inverno. Sembra che voli in un cielo senza stagioni, un cielo col profumo di gomma da cancellare. Vorrei sfogliare il libro come farebbe il vento, ma la fretta si porterebbe via Pollicina e anche la mia nostalgia tutta rosa. Si porterebbe via anche la fata dai capelli rossi e questo sarebbe il peggio.

Voglio che, emozionante e pieno d’attesa, arrivi  per me e Pollicina il momento di metterci una di fronte all’altra e presentarci. Forse avrò bisogno di una pinzetta di silicone per sollevarla su una mensola che la porti un po’ più vicina al mio cuore, di un consiglio paziente per avvicinarmi al suo orecchio senza parlare a voce troppo alta, di un corso di formazione professionale per stringerla senza sbriciolarla, di un libro delle domande per fare le domande che si fanno a una bambina.

Mi sembra tutto difficile… Un po’ di pratica non guasterebbe.

E’ qui che fa capolino, tra i fiori dell’erica che mi ha regalato per le mie nuovissime primavere d’autunno, un musetto impertinente, un musetto di mesi 6, chili quasi 10, scarpe n. 18, gioie regalate in così poco tempo già infinite.

... tra i fiori dell'erica che mi ha regalato ...

E’ qui che arriva Nina a scegliermi come sua fata madrina e a prendermi per mano.  Ha da poco iniziato a mangiare le pappe e ha già capito quello che serve a me?! Ma si può essere una bimba più prodigiosa di così?

Nina un giorno ha suonato sui tasti colorati e freddi del suo xilofono. Io e la sua mamma parlavamo parlavamo parlavamo parlavamo come fanno le grandi che sono state piccole fino all’altro ieri. Quando abbiamo sentito quella sinfonia ci siamo voltate: Nina batteva i piedi sullo xilofono e, composta, componeva. Come se lo avesse fatto da sempre, anche da prima che la scegliessero “Nina”. Se una melodia è stata scritta per me io so che è quella. Seguirò il sentiero disegnato dalla musica, mi fermerò a sfogliare il porro se sarò arrabbiata e il cetriolo quando avrò gli occhi stanchi, una melanzana che mi plachi e una carota in festa, la raparossa con tanti pensieri e un bellissimo pomodoro ripieno di speranza, 31 piselli tutti fratelli, molta indivia senza invidia, qualche fiordizucca per i riccioli d’oro, una cipolla che mi faccia ridere, un fagiolino timido ma caparbio, una patata che germogli finalmente una buona novella, un radicchio vanitoso e un mazzetto di prezzemolo brillante che si intrufoli dappertutto. Raccoglierò i giorni e imparerò ogni volta.

Quando Pollicina mi avrà lasciato abbastanza briciole perché io la trovi (bhé, qualcosa della sua biografia so, è inevitabile), io continuerò a lasciare le mie briciole per Nina.

E le mie briciole scriveranno “grazie” anche se la strada sarà molto trafficata.

http://sinfonina.blogspot.com/

Ascolta che ti passa

Inserito il

Potrei raccontare che, dopo 120 ore di Dukan, non mi sento tanto soddisfatta e la mia agendina 2011 impallidisce davanti alla sua sorella dell’anno prima. Alla fine non ho perso tutto quello che dovevo perdere, e per di più il buonumore era pure andato un po’ a nascondersi tra le tutte quelle proteine pure che impestate come un esercito di Spice Girls lo mortificavano togliendogli tutto il gusto di esplodere.

Forse perché l’altra volta prima avevo letto il libro poi avevo iniziato ad applicarmi e invece stavolta prima mi sono applicata e poi mi sono andata a leggere il libro a spizzichi e bocconi… bocconi… bocconi…

Ma non mi va di essere negativa, perché il mio chilo abbondante l’ho perso sul serio e anche un po’ sull’addome  (non starei qui a sindacare sull’etto) e quando ieri sera il buonumore  ha incontrato il riso (quello vero) hanno messo le proteine in minoranza.

La cena organizzata da settimane con le amiche è stata “didatticamente” notevole.

Il piatto unico di riso+hamburgers+verduregrigliate&gagliarde ha  fatto un inchino alla mia indulgenza chiedendole se poteva. E chi sono io per dire di “no” dopo quasi 4 giorni pieni di sacrificio in-fame?!

Ho mangiato lento, ho gustato il morellino (è giusto che si sappia…), ho aspettato di aver voglia di far incontrare il radicchio rosso con la carne, per poi guardarlo mentre la tradiva con il riso, più compatto e candido. Ho lasciato che mi attraversasse il senso di quello che facevo.

Insomma, mi sono abbandonata a un’esperienza mista mistico-alimentare.

Un piatto unico, un calice di vino, le mie 5 amiche.

Ero a posto.

Ma ci deve essere per forza una Bilancia di ottobre a darmi fastidio… ed è arrivata la pasticceria secca per il compleanno di Valeria. Per carità, non era più che un vassoietto, niente di mostruoso, preso nella pan-pasticceria bio all’angolo… roba che l’indulgenza avrebbe dovuto fare lei un inchino e dirsi onorata di tal visita!

E invece è partito il gioco. Ho chiesto alle mie amiche di parlare con la bocca piena. Di raccontarmi, descrivermi con dovizia di particolari e profusione di figure retoriche quei piccoli incantesimi di farina e mandorle, di uova e zucchero, di burro e cioccolato.

Dopo il cibo da asporto

sono pronta per il cibo da ascolto


Non ho toccato neanche un biscottino. Le loro parole mi hanno saziata. Brava io, bravissime loro.

Però appena i chili persi passano a 3, io vado a svaligiare la pasticceria di tutti quei monticelli fragranti e mandorlati che così bene mi ha raccontato Manuela…

e gli altri ZITTI!

Giorno digi-QUATTRO

Inserito il

vorrei chiedere la massima collaborazione affinché si possa mantenere e anzi migliorare il risultato

per questo ora mi riempirò la bocca di silenzio (chiedo a voi lo stesso impegno)

e alle 19,30 andrò alla prova aperitivo con amiche

ruspah*zen

Giorno digi-TRE

Inserito il

Al terzo giorno di fase d’attacco del metodo Dunkan, seguìto con grande scrupolo e attenzione, dobbiamo riscontrare un ammutinamento della bilancia.

Nuovi sviluppi, sicuramente a perdenza di peso, verranno comunicati nel Bollettino Ufficiale di domani.

Oggi non pubblichiamo foto solo perché molto simile (e in ogni caso con risultato di poco sotto) a quella del giorno digi-DUE.

Rassicuriamo il pubblico da casa che nonostante la voglia di mordere non demorderemo e fino al digi-CINQUE, allo scadere delle 120 ore, porteremo avanti la nostra battaglia al sovrappes0.

I punti del programma saranno rispettati.

Altrimenti, qui lo scrivo come una GROSSA promessa,

se non potrò essere una ragazza da urlo, sarò solo un URLO…

Giorno digi-DUE

Inserito il

Non voglio esultare prima del tempo. Ma bilancia canta…

…anche se mi sembra che ancora per un po’ potrò dire…

Ciao magre!

http://www.ciaomagre.com/IT/

Giorno digi-UNO

Inserito il

Devo ammettere che ci vuole coraggio a mettere in piazza così i propri chili di troppo.

Ma non voglio tirarmi indietro e quel che ho detto ho fatto (vedasi precedente post).

Ho promesso a me stessa che al prossimo che mi dice che non si vede perché ho l’altezza, riserverò alcune bassezze di cui nessuno mi riterrebbe capace.

Ecco, alla presenza del notaio scrivo che in data odierna 17 ottobre 2011, salendo sulla bilancia di casa, riscontrai il mio peso. E mi fece molto male…

Sempre alla presenza del notaio, però, mi corre l’obbligo di produrre documentazione attestante che nell’anno del Signore 2010, praticando in maniera maniacale le regole della dieta del dottor Dukan, che mi sono impegnata a rispettare nuovamente da stamattina, ebbi a perdere molti chili in pochi giorni (allegasi copia dell’agendina dell’Erbolario del suddetto anno).

Essendomi sputtanata con la foto del mio peso odierno, e avendo bisogno di molto sostegno e tifo, invito chi dovesse incontrarmi nelle prossime 120 ore a non dirmi che sono alta ma che si vede benissimo che sto dimagrendo. Io, da parte mia, metterò da parte i carboidrati e i tentatori e continuerò nel reportage fotografico.

Chi volesse scommettere sul mio peso al giorno 21 ottobre, può postare senza ritegno, cercando di non offendere.

Messaggi di sostegno all’impresa saranno molto graditi mentre è severamente vietato portare generi di conforto. Di qualsiasi genere.

In fede,

Ruspah da Sparta

Lo stesso uomo un anno dopo

Inserito il

Ora facciamo sul serio caro dottore delle mie pantofole!
http://www.dietadukan.it/
Anche se assomigli a Lele Mora dopo una dieta (magari la tua) e un po’ di carcere, anche se quando Kate ti ha chiamato a Buckingham Palace hai lasciato casa mia senza neanche salutare, anche se non si dovrebbe dare una seconda possibilità a un uomo che chiaramente vuole stare con te finché si diverte, ho deciso che
DA DOMANI PROTEINE PURE PER I GIORNI CHE CI VORRANNO A FARMI DIRE

“Yes, I can… e c’chezz!!!”

Qui di seguito tutto quello che dovrò e potrò mangiare nelle prossime 120 ore a partire da… domani, lunedì 17 ottobre. È la lista di collaborazione per amici, parenti e passanti a cui potrebbe capitare di vedermi mangiare. Siete autorizzati a bacchettarmi, a togliermi la piadina dai denti, pubblicare le foto più impietose dei miei periodi più grassi… Pronti a segnare?

CARNI MAGRE: vitello (consigliati sono le bistecca le scaloppine e gli arrosti, la costata di vitello è autorizzata a condizione di eliminare la parte grassa che la circonda), manzo (tutti i tagli di manzo da fare arrosto,brasati, bolliti -tranne la parte della pancia- sono autorizzati in particolare le bistecche il filetto, il sottofiletto mentre non è autorizzata la costata e lombata che sono troppo grasse), cavallo (tutto tranne il petto), coniglio, alla griglia, arrosto e senza grassi aggiunti.
FRATTAGLIE: fegato di vitello, di manzo e di pollame e lingua di vitello, di agnello e di manzo (solo la parte verso la punta che è più magra),
TUTTI I PESCI: grassi, magri, bianchi, congelati, azzurri, crudi e cotti, anche affumicati, surimi, uova di lompo
TUTTI FRUTTI DI MARE: tutti i molluschi e crostacei
TUTTO IL POLLAME SENZA PELLE, in sostanza tutti i volatili, fatta eccezione quelli a becco piatto come oca e l’anatra.
PROSCIUTTI LIGHT (non oltre il 2-4% di grasso), FETTE DI TACCHINO, POLLO E MAIALE MAGRI
UOVA
LATTICINI MAGRI (0% di materia grassa, ma lo yoghurt magro alla frutta non è consentito nella fase 1)
UN LITRO E MEZZO DI ACQUA CON BASSO TENORE DI SALI
COMPLEMENTI: the, caffe’, tisane, aceto, aromi, erbe, specie, cetriolini sottaceto, limone (non come bevanda), sale e senape (con moderazione), cipolla (max 2 pezzi), scalogno (max 2 pezzi).
ALIMENTI COMUNQUE AUTORIZZATI
Latte Scremato
Dolcificante zero calorie
Aromi
Lievito
Buccia degli agrumi
I cetriolini e le cipolle sono permessi se utilizzati come condimento ma se si è in PP solo in caso che la quantità utilizzata non li possa far considerare come contorni
Il limone può essere utilizzato per profumare pesce o frutti di mare ma non puo essere consumato come limonata neppure se non è zuccherato.
Il sale e la senape sono autorizzati ma in quantità moderate
Il ketchup se non zuccherato può essere utilizzato in quantità moderata.
La salsa di soia a volontà se non si soffre di ritenzione idrica
Lipton ice tea light;
Nestea light alla pesca.
Coca light.
Schweppes light
I chewing-gums zuccherati (max. 10/giorno) esclusivamente con l’aspartame oppure:
Freedent menta forte
Freedent menta brinata
Frisk whithe menta verde
Chewing gum green fresh clorofilla (Hollywood)
Chewing gum Blancheur parfum erbe di montagna (Hollywood)
Caramelle senza zucchero (max. 4/giorno)
Fruittella fragola
Le carni non devono avere una percentuale di grasso superiore al 10 per cento.
Bere l’acqua è OBBLIGATORIO sennò potreste avere dei danni ai reni.
Sono consigliati anche tre cucchiai di crusca al giorno, per combattere la stitichezza, e degli integratori vitaminici, per evitare carenze.
Concentratevi su tutto cio’ che è permesso e dimenticate il resto. Tentate di variare la vostra alimentazione, attingete a questi cibi a volontà in modo ordinato o disordinato, e non dimenticate mai che gli alimenti presenti nell’elenco sono totalmente a vostra disposizione.

Ma ce la farò a mangiare tutta ‘sta roba in 5 giorni?

Stamattina pesata da ZeroDay. Da domani monitoraggio fotografico. Questo sì che vuol dire mettersi in gioco su l’unica slot machine che quando perdi hai vinto!

20111016-130836.jpg